image_pdfimage_print

Contenimento VS immunità di gregge

Una famiglia allargata in un appartamento di tre camere, cucina e bagno. Un padre, una madre, un giovane figlio di lei, un’adolescente figlia di lui, un bambino figlio di entrambi. E poi il padre di lei e la matrigna di lui. Tutti insieme appassionatamente divisi tra restrizioni e immunità.

leggi tutto

Complotti incrociati

Complotti incrociati. Dialoghi ai tempi del coronavirus. Un uomo e una donna in un appartamento di lusso nel centro storico si sfidano sulle teorie del complotto intorno alla pandemia, finendo risucchiati dalla loro stessa ossessione cospirativa.

leggi tutto

Ma di chi è la colpa?

Ma di chi è la colpa? Dialoghi ai tempi del coronavirus. Un uomo e una donna all’interno del salotto di una casa popolare di periferia si interrogano sull’origine del tutto, tra ipotesi di serpenti, pangolini e pipistrelli.

leggi tutto

In memoria di Tiziana Zalla

In memoria di Tiziana Zalla. Direttrice di ricerca presso il CNRS, membro dell’Istituto Jean Nicod, studiosa di psicologia cognitiva e di filosofia della scienza, presidente del Comitato Italiani all’Estero di Parigi.

leggi tutto

Trilogie imperfette – Dell’altrove e dell’essere

Recensione di Giovanni I. Giannoli. Di una trilogia, o di una trilogia di trilogie, ciò che interessa ai cacciatori di senso non è la tripartizione, la struttura, quanto piuttosto l’unità. Vorrei dunque provare a dire quale possa essere il senso – ai miei occhi – dell’opera recente di Alessandra Fagioli, Trilogie imperfette; sempre ammesso che un senso principale si dia, in questo lavoro di Alessandra, piuttosto che molti.

leggi tutto

Trilogie imperfette – Il ritmo dell’utopia

Recensione di Pio Marconi. Trilogie imperfette è il titolo, scelto da Alessandra Fagioli, per il suo ultimo volume. Il titolo descrive l’architettura dei capitoli, con dottissimi riferimenti alla logica matematica, alla codificazione dei sistemi formali, alla teoria dei numeri, al senso della tripartizione. La lettura suggerisce anche un sottotitolo: Tempeste mediterranee.

leggi tutto

Quell’ultima parola

In un crescendo solenne si rievoca il giuramento che il Generale Cambronne dovette fare alla sua integerrima moglie scozzese, lo scorno che subì nel vedere attribuita la celebre frase al generale Michel, l’epica battaglia combattuta contro tutte le avversità, la resistenza finale elevata fino al motto sublime. Un’ultima parola così memorabile da essere stata contesa tra storia, letteratura e leggenda.

leggi tutto

Trilogie del conflitto, del viaggio, del destino

Tre trilogie apparentemente perfette per narrare temi imperfetti quali l’amore, la guerra, il sogno, la crisi, il mistero, la rivalità, l’inganno, con un prologo e un epilogo. Un caleidoscopio di dialoghi, monologhi, reportage, carteggi, lezioni, ballate per declinare le tante contraddizioni del mondo attuale tra narrazione fantastica e impegno civile.

leggi tutto

Capriccio d’anima tra isola e città

Come il capriccio architettonico coniuga le rovine classiche con i paesaggi costieri, l’antichità con il mare, il tempio con il veliero, così il capriccio d’anima palpita tra un’isola e una città, oscilla tra l’infinito e l’eterno, combina due realtà quanto mai separate nel suo infaticabile contrasto con il corpo.

leggi tutto

Le frontiere più estreme dell’autoscatto

Come ci si può ammalare o morire di selfie. Dal Selfie Alphabet alla selfite, dal Selfie Olimpics al selfie estremo, dal selficidio al Safe Selfie. Tutte le dinamiche della psicosi da selfie in tre atti. Generi, competizioni, pericoli, incidenti e rimedi di una fenomenologia estrema e virale.

leggi tutto
Share This